Anthony Findlay



Per il paese e per l'uomo, 
e per un paese non meno che per un uomo, 
Ŕ meglio farsi temere che amare. 
E se questo paese preferisce perdere 
l'amicizia delle altre nazioni 
piuttosto che rinunciare alla propria ricchezza, 
io dico che per un uomo Ŕ peggio perdere 
il danaro che gli amici.
E squarcio il velo che, copre l'essenza 
di un antico ideale:
quando il popolo reclama la libertÓ 
in realtÓ vuole il potere sui potenti. 
Io, Anthony Findlay, assurto alla grandezza 
da umile acquaiolo che ero, 
al punto di poter dire a mille "Venite", 
e ad altri mille "Andate", 
affermo che una nazione non pu˛ prosperare, 
o raggiungere la prosperitÓ, 
se il potente e il saggio non hanno un bastone 
da usare sugli imbecilli e sui deboli.