Louise Smith



Herbert ruppe il nostro fidanzamento dopo otto anni 
quando Annabelle torn˛ al villaggio
dal collegio, povera me!
Se non l'avessi tormentato, il mio amore per lui 
si sarebbe forse trasformato in nobile dolore-
chissÓ? - riempiendomi la vita di salutare fragranza. 
Ma lo torturai, lo avvelenai, 
lo accecai, e si mut˛ in odio-
mortifera edera invece di clematide. 
E la mia anima cadde dal sostegno, 
i suoi viticci s'intricarono in rovina. 
Non permettete che la volontÓ sia il giardiniere dell'anima,
se non siete certi
che Ŕ pi¨ saggia dell'anima vostra.