Sarah Brown



Maurice, non piangere, non sono qui sotto il pino. 
L'aria mite della primavera sussurra nell'erba dolce, 
le stelle scintillano, il caprimulgo chiama, 
ma tu ti rattristi, mentre la mia anima rapita 
nel Nirvana beato della luce eterna!
Va da quell'anima gentile di mio marito, 
che rimugina su quello che lui chiama il nostro colpevole amore: -
digli che il mio amore per te, non meno del mio amore per lui,
ha forgiato il mio destino - che attraverso la carne 
ho raggiunto lo spirito, e attraverso lo spirito, pace. 
Non ci sono matrimoni in cielo, 
ma c' amore.