Girotondi

 

Il girotondo un semplice infantile nel quale i bambini si prendono per mano, formano un circolo e girano insieme a ritmo di alcune di queste filastrocche.

 

Giro, girotondo,

andiam per tutto il mondo,

cercando una bambina,

vogliam farla regina,

regina di gran gioia,

non soffra mai la noia.

Deve esser proprio bella

la nostra reginella.

I capelli sian di sole

e gli occhi sian due viole,

una boccuccia rosa,

la fronte un po' pensosa,

e sembrino i suoi denti,

tante perle splendenti.

Che dono porterete,

che omaggi recherete,

alla vostra sorella,

creata reginella?

Le daremo un tappeto,

tessuto in gran segreto,

un prato pien di fiori

con mille e tre colori,

che al sole risplenda

e ai piedi le si stenda.

Faremo festa insieme,

e ci vorremo bene,

girando per il mondo,

col nostro girotondo.

 

Giro, girotondo,

la gioia sia nel mondo,

il pane dentro al forno,

non manchi ogni giorno,

ed un mazzo di viole,

da dare a chi le vuole.

Le vuole Giacomino,

ma troppo birichino.

Le diamo a Serafina,

la bimba pi piccina.

 

Giro, girotondo,

oh quant' bello il mondo!

Tenendoci per mano,

andiamo assai lontano,

seguiamo il mappamondo,

cerchiamo un melograno,

coi suoi succosi frutti,

pieni di rossi chicchi,

che piacciono a noi tutti,

sia poveri che ricchi.

In un giardino bello,

carico l'alberello,

e se ne sta al sicuro,

dai ladri e dai curiosi,

nascosto dietro a un muro,

a dispetto dei gelosi.

Scegliamo tre bambine,

facciamo una corona,

di bianche pratoline,

la diamo alla pi bella,

che entri nel giardino,

come contadinella,

con un grande cestino,

colga le melagrane,

e le porti a noi compagne,

che andiamo per tutto il mondo,

cantando il girotondo.

 

Gira, gira, gira in tondo,

e sia chiaro tutto il campo,

risplendente tutto i mondo.

Bimbi lesti come il lampo,

son le lucciole arrivate,

tra le spighe e i fiordalisi,

e vi annuncian che l'estate

vi dar frutti e sorrisi.

Oh, danzate lucciolette!

Ogni spiga, in galleria,

il buon pane ci promette,

e per tutti ce ne sia,

per i ricchi e i poverelli,

per chi pensa e chi lavora,

per i brutti e per i belli,

e per qualcun altro ancora.

 

Giro, girotondo,

giriamo come il mondo,

che gira e non ha tregua,

nel tempo che dilegua.

Il mondo grosso e tondo,

or triste, ora giocondo,

ci sono terre e mari,

le strade e i focolari,

ci sono montagne e valli,

penisole e coralli.

Ci sono vecchi e bambini,

signori e contadini,

gente che va in carrozza,

e gente che singhiozza,

chi mangia e chi digiuna.

C' il sole e c' la luna,

e c' la notte e il d..

ma noi giriam cos,

col giro, girotondo,

giriamo tutto il mondo.

Home Page

LE MILLE BOLLE BLU ringrazia per la grafica:

www.graphicsbypennyparker.com/